Uomo - Psichiatria cristiana

Vai ai contenuti

Menu principale:

Musica
Uomo
Già dal passato hai rincorso un miraggio, immaginando di vincere il mondo
Ti sei scontrato con tutti i tuoi simili, hai calpestato la vita.
Cosa volevi raggiungere subito, col tuo potere malefico e candido
Quanto è costato il tuo credito massimo, hai divorato il futuro.

Uomo, smetti di uccidere, uomo non guerreggiare
uomo, basta combattere, uomo, prova ad amare.

Non hai versato neanche una lacrima, per tutto il sangue che bagna la terra
Hai partorito più armi che musica, stai coltivando la guerra.
Perché distruggere i piccoli e i poveri, e violentare le foro illusioni
perché  gridare trionfo e vittoria, sopra le tombe dei buoni

Fin quando vuoi continuare ad invadere, i territori degli altri compagni,
Con la pretesa di falsa giustizia, per i tuoi loschi guadagni.
Lo hai fatto pure nel nome di un Dio, distorta immagine del tuo peccato
E sugli altari di idoli oscuri, il tuo fratello hai immolato.

Fremiti
Viaggio nel tempo dei miei ricordi, esule, stanco di troppe fughe
verso una meta che forse non esisterà

Fremiti oscuri, già mi tormentano, che cosa c'è che in me non va

Mentre la notte trascorre lenta, muti fantasmi riuniti in coro
spingono i miei pensieri verso il nulla

Vedo una croce su un alto colle, lugubre segno del sacrificio
fatto da un uomo morto per me d'amore

Correre
Correre forte senza pensare, che questo mondo potrebbe finire
Piangere al buio di un’illusione, mentre la vita ti spinge a sognare
Credere in niente per non soffrire, ogni realtà potrebbe svanire
Correre forte senza pensare, correre sempre, anzi volare.

Non ti fermare neanche un momento, Alza la vela che arriva il vento
Non ti voltare neanche un momento, Quello che perdi non è cosi tanto
prima o poi arriverai

Correre liberi dentro un binario, tanti chilometri, stesso scenario
Accelerare ogni emozione, rompere i freni della ragione
Precipitarsi in un turbine oscuro, e con violenza rompere il muro
Rompere l’argine della paura, con una maschera contro natura

Correre insieme ad altri fantasmi, come l’armata “disperazione”
Fondersi al nulla di un caldo abbraccio, servi dei sensi e di ogni passione
Correre nudi verso un oasi di pace, enza fardelli o suggestioni
Fare ogni giorno tutto quello che piace, solo gli stupidi son troppo buoni

Per un istante mi sono fermato, ed una voce nel vento ho sentito
T’amo mi ha detto, e voglio soffiare, la mia presenza di gioia e d’amore
Perché tu possa arrivare

Sincronismi
Uomini piccoli girano come trottole, negli ingranaggi stupidi della vanità
Non esiste un'armonia da cercare, spazi angusti non si può più respirare

Macchine fredde corrono nei circuiti, con l'illusione mitica della realtà
Non esiste un'armonia da cercare, spazi angusti non si può più respirare

Sogni virtuali colmano i desideri, sincronizzati ai tempi degli amori
Non esiste un'armonia da cercare, spazi angusti non si può più respirare
Non c' è niente sulla terra da scoprire tutto è vuoto non mi resta che morire

Guardo negli occhi un bimbo e gli sorrido colgo l'impronta di un amore puro
Ecco il seme di speranza da trovare, solo Dio mi potrà fare respirare.
Da Tanto tempo
Da tanto tempo mi sembrava di scoppiare,
stavo proprio per morire
Non vedevo un orizzonte da seguire,
solo forza per odiare

Libero libero sono, libero di cantare
libero libero sono, nessuno di potrà fermare

Tutto svaniva quasi fosse un’illusione,
cresceva solo la paura
e la mia vita diventava troppo dura
sì proprio una maledizione

Gridavo aiuto del silenzio dell’aurora,
fantasticando un nuovo giorno
c’erano strade forse ma senza ritorno,
che cosa mai provare ancora

Cristo mi ha liberato
e un nuovo canto lui mi ha dato

Voci
(strumentale)
Camminando
 
Camminando per la strada, non sapevo dove andar
e nel vuoto della mente, già moriva ogni pensier
 
Ti ho incontrato e nel mio cuore,sei venuto col tuo amor,
 
hai portato i miei dolor, oh Gesù mio Salvator

 
Grazie per il Tuo amore, grazie per la Tua pace,
grazie per la Tua gioia, grazie per la Tua forza, Signor

 
Ho scoperto che da tempo mi cercavi, mi attiravi col Tuo amor,
 
nei ghiacciai di un’immensa solitudine, mi hai donato il Tuo calor,
Ora finalmente so, che Tu sei il mio redentor,
 
e nessuno mai potrà, separarmi dal Tuo amor.
 

Ti ho trovata
Turbinio di sentimenti, desideri insodisfatti, fuochi di paglia e tanta sete d’amor
Corse in moto nella notte, buchi neri divoranti, voglia d’abbracci per un po’ di calor

Ti ho trovata e ora so che per sempre con te i miei giorni vivrò
Ho imparato ad amarti e con la forza di Dio non ti abbandonerò

Dolci fughe nell’oblio, seri attriti frastornanti, corpi infiammati ed emozioni cangianti
Soli contro tutto il mondo a difendere il cammino, senza rimpianti, stretti sempre per mano.

Tenerezze di fanciulli, rabbia e baci concilianti, mute preghiere, comunione di amanti
Pellegrini senza meta, in un mondo di dolore, verso la luce di un domani migliore

Gesù Ti seguirò
Gesù ti seguirò, tutti i giorni della mia vita
Sempre Ti seguirò e mai mi stancherò

Perché tu mi hai salvato dalla morte e dal peccato
Ed una nuova vita eterna mi hai donato

Gesù ti loderò ... Gesù ti adorerò …
Il Signore è risorto in gloria
Il Signore è risorto in gloria, con potenza è salito in ciel
or sul diavolo c'è vittoria, più non temerem

Oh Gesù, la Tua grazia ci ha liberati
Siam rinati in te Signor
Oh Gesù, il Tuo Spirito ci ha riempiti
Giubiliam coi nostri cuor

Siamo stati giustificati, fatti santi per il Suo amor
Non saremo più condannati, ma vivremo ognor.

Oh Gesù
Oh Gesù, dolce Signore, solo Tu, parli d'arnore
E la mia vita sta cambiando, si la Tua gioia mi sta riempendo
Ora io comprendo, il Tuo amore per me.

Padre mio, oh padre buono, sSol per Te, io canto e suono
Scopro la grazia Tua in me, cosa farei senza di Te
Certo morirei, o pace non avrei

Gloria a Te, Spirito Santo, la mia lode, sia come un manto
Che mi ricopra ogni momento, quando son triste oppur contento
La Tua libertà, sempre mi guiderà

Gloria, e lode a Dio, gloria, e lode a Te Signor

Vittoria (strumentale)

Musiche, testi:          Mauro Adragna
Arrangiamenti, tastiere: Mauro Adragna
Chitarre, Flauto dolce:  Mauro Adragna
Direzione artistica:     Mauro Adragna
Voci:                    Mauro Adragna Daniela Castri
Torna ai contenuti | Torna al menu